Home » Foto Hard » Bravo a leccarle la figa
Bravo a leccarle la figa

Bravo a leccarle la figa

In genere non è complicato leccare la figa a una donna e farle provare piacere, basta attenersi a poche, facili regole.

Non andare subito a cercare il clitoride, ci sono ragazze molto sensibili in quella zona, perchè potresti addirittura ottenere l’effetto opposto. In genere è meglio stimolare e umettare tutta la figa avvicinandosi piano piano.
Fai attenzione alle unghie, se tendi ad usare le dita prima di farlo con la bocca, magari sincerati di non avere imperfezioni che tagliano o pellicine troppo sporgenti e dure, sono davvero fastidiose e possono addirittura fare male.

Meglio se con la lingua, quando il piacere aumenta, usa anche le dita, sia per penetrare la figa che per andare a stimolare la zona dell’ano, alternando baci e leccate, evitando di succhiare troppo forte, anche quello può risultare fastidioso.
In genere è meglio partire dall’esterno man mano allargando e andando in profondità.
Sul ritmo, l’intensità e la zona dove si prova più piacere, beh… lo scoprirai solo vivendo!

leccare la figa

Alcuni consigli per leccare la figa e farla impazzire

Variate ritmo:
non c’è niente di peggio della monotonia, ricordati che la figa è come una seconda bocca… il che significa che se si annoia, sbadiglia.

Fai piano:
Mettici il tempo che ci vuole, non avere fretta, non c’è nessun premio da vincere.

Barba baffi e pizzetto aiutano:
spesso barba baffi e pizzetto, soprattutto nella zona del mento diventano degli alleati quando lecchi la figa, fanno un piacevolissimo solletico e aiutano a raggiungere l’orgasmo.

Respira senza soffiarci dentro:
Respira con calma, se ti va sussurra anche parole dolci, tutto serve. Una cosa però è assolutamente da evitare, SOFFIARCI DENTRO!
Lo so che almeno una volta nella vita l’hai fatto: hai dato una boccata d’aria a tradimento come se fosse un palloncino per vedere cosa succedeva, beh, succede che l’aria esce gorgogliando come fossero scorregge vaginali. E no, non è divertente soprattutto se eri a buon punto e ora hai la pancia gonfia e a ogni movimento emetti suoni imbarazzanti.

Usa anche le dita.
Anche qui con calma e attenzione, facendo caso a come lei risponde agli stimoli. È bello sentire la fessura principale occupata dalle dita mentre la lingua solletica il clitoride.

Succhiala:
Attenzione, ho scritto succhiala e non risucchiala. Non devi tentare di fare un succhiotto e lasciare il segno perché rischi che la pelle delle grandi labbra finisca tra gli spazi dei vostri denti- ad esempio negli incisivi- facendo male. Succhia poco e con calma, quasi dei baci.

Non solo la figa:
stimola tutto il corpo, puoi togliere le dita da lì e usarle per accarezzarla altrove. Anche titillare i capezzoli può essere un’ottima variante.

Usa le dita dietro:
Puoi anche sconfinare con la lingua e con le dita nel territorio dell’ano: sarà la tua dolce metà a dirti se le piace o no.

Varia posizione:
non serve stare solo a pancia in su: puoi anche metterla a pecorina, sdraiata su un fianco con la gamba alzata, puoi farla stare in ginocchio sopra di te: ci sono un sacco di posizioni possibili, per leccarle la figa è un peccato limitarsi a una.

Chiedi se va bene quello che stai facendo è il modo migliore per sapere se gli sta piacendo come le stai leccando la figa.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.Campi obbligatori *

*

Torna in alto